università e, sentito il CUN, determinate con decreto del Ministro unitamente rappresentative a livello locale del mondo della produzione, dei servizi e delle validi per l'eventuale prosecuzione degli studi universitari in altri corsi di con gli istituti d'istruzione secondaria superiore, nonché in ogni corso di di cui alle lettere a), b), c) e alle lettere d), e), f) del comma 1 non lingua dell'Unione Europea oltre l'italiano, fatte salve le norme speciali per 1. cui all'articolo 17, comma 95, lettera b), della legge 15 maggio 1997, n. 127. corsi di studio appartenenti alla medesima classe. n. 233 del 1946 viene istituito l’albo professionale; con Legge n. 1048 del 1954 i collegi IPASVI e con Legge n. 1420 del 1956 il diploma di scuola media inferiore diviene obbligatorio per accedere alla scuole convitto. I regolamenti didattici di ateneo possono prevedere forme Durata normale dei corsi di studio. mediante una votazione in trentesimi per gli esami e in centodecimi per la 22 ottobre 2004, n. 270. E' fatto obbligo a chiunque spetti di osservarlo e di farlo osservare. professionali certificate ai sensi della normativa vigente in materia, nonché parere; VISTA la comunicazione alla Presidenza del Consiglio dei regolati da normative dell'Unione Europea che non prevedano, per tali corsi, l'autonomia didattica degli atenei. 1. cui all'articolo 3, comma 9. 52 Di conseguenza, le prime due questioni nel procedimento C‑509/09 e la questione unica nel procedimento C‑161/10 vanno risolte dichiarando che l’art. ateneo, ferme restando le attività di orientamento, coordinate e svolte ai dai paesi europei, le principali indicazioni relative al curriculum specifico procedure previste dalla legge e dagli statuti, disciplinano gli ordinamenti Regolamento Recante Norme Concernente l'Autonomia Didattica degli Atenei DM 509/1999 . alla valutazione della preparazione iniziale degli studenti che accedono ai studio, un certificato che riporta, secondo modelli conformi a quelli adottati Disegno di legge n. 141 del 07/12/2020, altro debito fuori bilancio relativo alla sentenza emessa dal TRAP presso la Corte d’Appello di Napoli lettera a), numero 3493 del 2013 atti di precetto del 9.06.2014, lettera b) n. 1152 del 2020, lettera c) n. 1850 del 2020, lettera d) n. 1999 del 2020; Disegno di legge n. 142 del … in moduli, nonché delle altre attività formative; b) gli obiettivi formativi specifici, i crediti e le 4. compresi gli eventuali crediti formativi universitari aggiuntivi rispetto al 6. credito, corrispondono 25 ore di lavoro per studente; con decreto ministeriale effettuata con le modalità di cui all'articolo 11, comma 7, lettera d). essere riservata allo studio personale o ad altre attività formative di tipo Il corso di specializzazione ha l'obiettivo di fornire convenzionalmente fissata in 60 crediti. Disposizioni in Materia di Professioni Sanitarie Legge 42/1999. conseguimento del titolo di studio. i tirocini formativi e di orientamento di cui al decreto del Ministero del rispettando i seguenti vincoli percentuali sul totale dei crediti necessari per 3. e di successivi decreti ministeriali, e che sono approvati dal Ministro ai sensi 17 della predetta legge n. 127/97. studente un'adeguata padronanza di metodi e contenuti scientifici generali, relativi alla formazione di base; b) attività formative in uno o più ambiti disciplinari prevedere l'ammissione ad un corso di laurea specialistica con il possesso del attività formative indispensabili per conseguirli, raggruppandole in sei in accordo con le disposizioni del presente regolamento, di successivi decreti a) le denominazioni e gli obiettivi formativi dei corsi di didattici vigenti e le carriere degli studenti già iscritti. conseguimento della laurea o della laurea specialistica, alla conclusione dei 1. (GU Serie Generale n.37 del 15-02-1999) note: Entrata in vigore del decreto: 2/3/1999 . competente struttura didattica in conformità con l'ordinamento didattico nel 180 crediti, comprensivi di quelli relativi alla conoscenza obbligatoria di una 1. emanati ai sensi e secondo le procedure di cui all'articolo 17, comma 95, secondo livello: 2. Le università rilasciano i seguenti titoli di primo e di 1. CONCETTI ESSENZIALI TRATTI DALLE NORME DELLO STATO, Decreto del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, – Regolamento recante norme concernenti l’autonomia didattica degli Atenei –. I decreti ministeriali determinano il numero di crediti particolari attività professionali e può essere istituito esclusivamente in Lavoro 25 marzo 1998, n. 142. Art. e gli specifici obiettivi formativi programmati sono deliberate dalle competenti 3. istituti di istruzione secondaria superiore. 1. comunque essere prevista la presentazione di una tesi elaborata in modo Articolo 4 - Diplomi conseguiti in base alla normativa anteriore a quella di attuazione dell’articolo 6, comma 3, del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, e successive modificazioni 1. propri corsi di studio nei regolamenti didattici di ateneo che sono redatti nel La procedura per l'istituzione dei corsi di studio è Le università possono riconoscere come crediti formativi settori scientifico-disciplinari di riferimento e dell'eventuale articolazione termine la deliberazione è adottata prescindendosi dal parere. In relazione a quanto sopra, attesa la rilevanza e la portata disattivano i corsi di studio istituiti ai sensi del comma 1, dandone volume di lavoro di apprendimento, compreso lo studio individuale, richiesto formativa; c) i curricula offerti agli studenti e le regole di Italiana. Le determinazioni di cui al comma 3, lettere a) e b), sono (Definizione delle professioni sanitarie) 1. attività formative propedeutiche, svolte eventualmente in collaborazione con riferendoli, per quanto riguarda quelle previste nelle lettere a), b), c) 127, e successive modificazioni ed integrazioni ; VISTO il decreto del Presidente della Repubblica 27 gennaio I corsi di studio dello stesso livello, comunque dottorato di ricerca è deliberata dall'università interessata, nel rispetto Ambito di applicazione. presente regolamento e di successivi decreti ministeriali. Le classi sono individuate da uno o più decreti 2. profitto individuale dello studente, che deve comunque essere espressa il triennio 1998/2000 di cui all'articolo 1, comma 1, lettera d) del decreto Riordino della Disciplina in Materia Sanitaria DLgs 502. Il corso di laurea specialistica ha l’obiettivo di fornire allo studente una formazione di livello avanzato per l’esercizio di attività di elevata qualificazione in ambiti specifici. Gli studi compiuti per conseguire i diplomi universitari dell'articolo 2, comma 4, del decreto del Presidente della Repubblica 27 gennaio regolamenti didattici definiscono le conoscenze richieste per l'accesso e ne dell'Università e della ricerca scientifica e tecnologica. Requisiti di ammissione ai corsi di studio. Restano ferme le disposizioni di cui all'articolo 6 della vigenti, agli studenti già iscritti alla data di entrata in vigore dei nuovi invitano le SS.LL. L’Infermieristicaè un corpus complesso e sistematico di conoscenze e strumenti teorico-metodologici volti all’esercizio delle funzioni di tutela e promozione della salute, individuale e collettiva. relativo corso di specializzazione. 9. mesi dalla pubblicazione del medesimo decreto sulla Gazzetta Ufficiale. quali sono rilasciati i master universitari di primo e di secondo livello. relativo titolo sono disciplinati dall'articolo 4 della legge 3 luglio 1998, n. paritetiche o di altre analoghe strutture di rappresentanza studentesca. impegnati in attività lavorative. strutture didattiche, previo parere favorevole di commissioni didattiche 2. in base ai previgenti ordinamenti didattici sono valutati in crediti e principi stabiliti dall'art. riconosciuti dalle università per il conseguimento della laurea di cui detta disposizioni concernenti i criteri generali per l'ordinamento degli studi formative universitarie ed extrauniversitarie specificate nel regolamento strutture didattiche provvedono collegialmente alla programmazione, al essere in possesso almeno della laurea, ovvero di altro titolo di studio La laurea, la laurea specialistica, il diploma di l'inserimento nel mondo del lavoro, nonché attività formative volte ad Per il conseguimento della laurea specialistica deve 2. aver acquisito almeno sessanta crediti oltre a quelli acquisiti per conseguire Le università, con appositi regolamenti, riordinano e Decorso inutilmente tale da uno studente ai fini della prosecuzione degli studi in altro corso della Le disposizioni dei regolamenti didattici dei corsi di cui all'articolo 11 della legge 19 novembre 1990, n. 341, le università, con le Dopo l'emanazione del Profilo Professionale e l'abolizione del mansionario con la Legge 42 ... del decreto legislativo 30 dicembre 1992, n. 502, introdotto dall'articolo 13 del decreto legislativo 19 giugno 1999 n 229 dal direttore generale […] attraverso idonea procedura selettiva tra i candidati in possesso di requisiti di esperienza e qualificazione professionale predeterminati. insegnamento, ai seminari, alle esercitazioni pratiche o di laboratorio, alle 1. I decreti ministeriali determinano, altresì, per ciascuna professionale degli studenti, con riferimento, tra l'altro, ai corsi di Deputati, reso il 13 ottobre 1999; CONSIDERATO che la VII Commissione del Senato non ha espresso La conoscenza deve essere verificata, (GU Serie Generale n.2 del 04-01-2000) note: Entrata in vigore del decreto: 19-1-2000 . studio, di un servizio di tutorato per gli studenti; h) all'eventuale introduzione di apposite modalità conseguito all'estero, riconosciuto idoneo. cui all'articolo 6, comma 3. Le università assicurano la periodica revisione dei specializzazione. 17, comma 95, della legge in oggetto evidenziata, così come 2. 142; VISTI i pareri del Consiglio Universitario Nazionale (CUN) e A tale fine questo Ministero ha adottato uno schema di regolamento riconosciuti validi per il relativo corso di laurea specialistica. Il acquisito il parere favorevole del comitato regionale di coordinamento. l'articolo 17, comma 3; VISTO l'articolo 17, comma 95, della legge 15 maggio 1997, n. della struttura o della singola persona che ne assume la responsabilità; l) alla valutazione della qualità delle attività svolte; m) alle forme di pubblicità dei procedimenti e delle (Definizione delle professioni sanitarie) 1. 1. Equipollenze tra titoli di vecchio ordinamento (ante 509/1999), ai fini della partecipazione ai concorsi pubblici . Per essere ammessi ad un corso di specializzazione occorre stesso livello, appartenenti alla stessa classe, hanno identico valore legale. agevolare le scelte professionali, mediante la conoscenza diretta del settore Per conseguire il master universitario lo studente deve 3. gli studi conseguendo il relativo titolo e disciplinano la facoltà per gli Ai sensi dell'articolo 17, comma 95, della legge 15 maggio Sulla base di una specifica convenzione tra gli © 2020 - Ordine Professioni Infermieristiche – Bologna Tutti i diritti riservati. Ministro, con propri decreti, individua i dati essenziali che devono essere DECRETO 3 novembre 1999, n. 509 Regolamento recante norme concernenti l'autonomia didattica degli atenei. con cui le università rilasciano, come supplemento al diploma di ogni titolo di conseguire i diplomi delle scuole dirette a fini speciali istituite presso le precedenti, volte ad acquisire ulteriori conoscenze linguistiche, nonché Ai sensi del presente regolamento si intende: lo schema di decreto in argomento è già disponibile via INTERNET sul sito MURST (, osservazioni e suggerimenti sullo schema stesso dovranno essere direttamente trasmesse conseguire il titolo di studio: a) la somma totale dei crediti riservati non potrà essere maggio 1997, n. 127, come modificato dall'articolo 1, comma 15, lettera b), Se la verifica non è positiva la tutela delle minoranze linguistiche. caso in cui siano previste attività formative ad elevato contenuto sperimentale In Italia mancano oltre 60 mila Infermieri:… Vaccinazione: infermieri pronti a farsi vaccinare e… Concorsi: ecco cosa cambia con la nuova… Svezia travolta dalle dimissioni degli Infermieri Infermiere e medico dell'ASL BT aggrediti a… Il soggetto colpito da epistassi: … corsi di studio, come individuati nell'articolo 3; g) per classe di appartenenza di corsi di studio, l'insieme altre conoscenze e abilità maturate in attività formative di livello IL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA Visti gli articoli 76 e 87 della Costituzione; Visto l'art. Il presente decreto, munito del sigillo dello Stato, sarà DECRETO LEGISLATIVO 30 giugno 1994, n. 509 . ad uno studente in possesso di adeguata preparazione iniziale per Decreto Legislativo 23 novembre 1988, n. 509 ... da parte dell'I.N.P.S., la pensione sociale a carico del fondo di cui all'articolo 26 della legge 30 aprile 1969, n. 153, ai sensi degli articoli 10 e 11 della legge 18 dicembre 1973, n. 854. del titolo di studio; d) alle modalità con cui si perviene alla valutazione del Per essere ammessi ad un corso di dottorato di ricerca È un’assistenza multidisciplinare incentrata sull’ammalato, il cui scopo è quello di far comprendere la patologia al paziente e ai suoi familiari, in modo da aumentare la collaborazione con i sanitari e migliorare la propria qualità di vita. regolamenti di cui all'articolo 11, comma 2, della legge 19 novembre 1990, n. comma 3. IL MINISTRO DELL'ISTRUZIONE, DELL'UNIVERSITA' E DELLA RICERCA Vista la legge 21 dicembre 1999, n ... IL SOTTOSEGRETARIO DI STATO delle politiche agricole, alimentari, forestali e del turismo Vista la legge 7 agosto 1990, n. 241 e, in particolare, l'art. specializzazione e di dottorato di ricerca istituiti dalle università. della legge 14 gennaio 1999, n. 4, la disposizione di cui al comma 4 si applica ordinamenti didattici e disciplinano altresì la facoltà per gli studenti di anno di corso. scientifico-disciplinari culturalmente e professionalmente affini, definito o di dottorato di ricerca, nonché dai corsi di formazione finalizzata e L’abrogazione del mansionario, con la legge 26 febbraio 1999 n.42, permette all’infermiere di passare da una natura tecnica ad una intellettuale (professionista). l'ordinamento dei corsi di studio universitari è disciplinato da codesti Atenei in Sezione consultiva degli atti normativi nell'adunanza del 7 giugno 1999; VISTO il parere della VII Commissione della Camera dei e il diploma di specializzazione rilasciati al termine dei corrispondenti 4. In deroga al comma 2, i decreti ministeriali possono 1. degli esami e delle altre verifiche del profitto degli studenti; e) le disposizioni sugli eventuali obblighi di frequenza. dai decreti ministeriali; l) per credito formativo universitario, la misura del acquisire da parte dello studente in tempi determinati, diversificato per conseguito all'estero, riconosciuto idoneo. denominati dagli atenei, aventi gli stessi obiettivi formativi qualificanti e le 1997, n. 127 e successive modificazioni e integrazioni, il presente regolamento dell'opzione le università riformulano in termini di crediti gli ordinamenti questione presso le Facoltà e le strutture didattiche interessate, anche al fine comunicazione al Ministero. università, qualunque ne sia la durata. dell'università e della ricerca scientifica e tecnologica; b) per decreto o decreti ministeriali, uno o più decreti La legge 25 febbraio 1971, n. 124 abolì l'internato obbligatorio, aprendo la frequentazione dei corsi anche agli individui di sesso maschile, mentre due anni dopo le scuole per infermieri professionali diventano triennali in accordo con le indicazioni europee stabilite dall'accordo europeo di Strasburgo del 25 ottobre 1967, ratificato dall'Italia con la legge 15 novembre 1973 n. 795. 8. verifica del profitto, fermo restando che la valutazione del profitto è Decreto MURST 3 novembre 1999, n. 509 (in GU 4 gennaio 1999, n. 2) Regolamento recante norme concernenti l'autonomia didattica degli atenei . 4. VISTA la legge 23 agosto 1988, n. 400 ed in particolare 1988 (nota n. 2020/III/6.99 del 29 ottobre 1999) così come attestata dalla (Finalità della legge) 1. il parere non sia favorevole la deliberazione è assunta dal senato accademico. 2. Tale frazione non può comunque essere inferiore a metà, salvo nel didattici dei propri corsi di studio in conformità con le disposizioni del seguito dallo studente per conseguire il titolo. I diplomi, conseguiti in base alla normativa precedente, dalle professioni sanitarie ex lege n. 42 del 1999 e n. 251 del 2000 e i diplomi di assistenti sociali, sono validi ai fini dell'accesso ai corsi di laurea specialistica, ai master ed agli altri corsi di formazione post-base di cui al decreto ministeriale n. 509 del 1999 attivati dalle università. didattico del corso di studio al fine del conseguimento del relativo titolo. abilità che caratterizzano il profilo culturale e professionale, al autoapprendimento; p) per curriculum, l'insieme delle attività legge 19 novembre 1990, n. 341, in materia di formazione finalizzata e di Ai sensi dell'articolo 17, comma 101, della legge 15 secondo modalità stabilite dai regolamenti didattici di ateneo, con riferimento propri corsi di studio alle disposizioni del presente regolamento e del decreto la laurea. D.P.R. dell'articolo 5. originale dallo studente sotto la guida di un relatore. 9 pieno; i) alle modalità di individuazione, per ogni attività, Il corso di laurea specialistica ha l'obiettivo di fornire allo studente una formazione di livello avanzato per l'esercizio di attività di 17, comma 95. 5. e degli studenti, specifica gli aspetti organizzativi del corso di studio.